Politica

De Vincenti a Pescara per Masterplan

Il ministro per la Coesione territoriale, Claudio De Vincenti, martedì sarà a Pescara per fare il punto sulla stato di avanzamento delle procedure dei 77 progetti inseriti, e finanziati, nel MasterPlan-Patto per l'Abruzzo. Il tavolo tecnico, a cui parteciperanno i soggetti attuatori dei singoli interventi, è stato convocato dal presidente della giunta regionale dell'Abruzzo Luciano D'Alfonso, per martedì 10 gennaio alle 17,30, nella sala consiliare del Comune di Pescara. L'obiettivo della riunione è definire, compiutamente, il cronoprogramma per la stesura degli elaborati progettuali, per il rilascio dei pareri e per la scelta del contraente. "La Regione - sottolinea D'Alfonso - è pronta ad affiancare, e a profondere sforzi ed energie, tutti i soggetti coinvolti in questa grande e irripetibile operazione, che consentirà all'Abruzzo di rinnovare, integrare e potenziare il proprio sistema infrastrutturale. La scommessa più importante, come ho ribadito in più occasioni, è 'uccidere il fattore ritardo', procedimentalizzando tutti i passaggi e coinvolgendo, in una logica di collaborazione, le strutture regionali e gli altri enti competenti, nella conclusione più rapida degli iter". 

Leggi Tutto »

Ospedale Sulmona, anticipata a ottobre la realizzazione

Partono in anticipo i lavori per l'ultimazione del nuovo ospedale di Sulmona. Si avviano i lavori del secondo lotto del progetto di realizzazione del nuovo ospedale. Lo ha annunciato questa mattina il Tribunale dei diritti del Malato, citando una delibera del direttore generale dell'Asl 1, Rinaldo Tordera, datata 29 dicembre 2016. Con l'accelerazione dei tempi impressa dalla delibera i lavori verrebbero completati entro il 15 settembre 2017 insieme a quelli del primo lotto gia' in corso d'opera. "E' un segno positivo, di buon auspicio per l'anno appena iniziato - ha commentato il presidente del Tdm, Edoardo Facchini - e' il segno che ci si sta muovendo nella direzione giusta per dare alla citta' una struttura ospedaliera degna". Nella delibera dell'Asl si precisa anche che i tempi di realizzazione della nuova struttura ospedaliera si rendono necessari per eliminare le criticita' legate all'inadeguatezza strutturale della vecchia ala dell'ospedale risultata dalle verifiche tecniche sismicamente vulnerabile.

Leggi Tutto »

Raccolta differenziata, bando a Montesilvano per le piattaforme di trasbordo

Il Comune di Montesilvano cerca piattaforme ambientali e centri di trasbordo per il conferimento ed il trasferimento dei rifiuti differenziati presso i consorzi di filiera. E' stato emanato un avviso pubblico, con scadenza al 24 gennaio, volto proprio ad individuare operatori di settore che presentino la propria manifestazione di interesse per l'invito alle procedure di gara.

«L'obiettivo di questa Amministrazione  - spiega l'assessore all'Igiene Urbana Paolo Cilli -  è quello di raggiungere una modalità di gestione dei servizi legati ai rifiuti differenziati, che sia efficace ed efficiente. Per questo motivo, intendiamo avviare iniziative concrete che possano consentire anche di ottenere un risparmio economico. Questo progetto, inoltre, permetterà di abbattere i tempi di percorrenza del trasporto delle frazioni di rifiuto da differenziare. Si tratta di un ulteriore passo nel percorso che abbiamo intrapreso per rendere Montesilvano una città virtuosa anche in tema di raccolta differenziata e che ci ha visto in questo ultimo anno compiere delle scelte responsabili, come la risoluzione del contratto con la Tradeco, e il successivo affidamento all'Ati Formula Ambiente e Sapi. Scelte difficili ma che sono state necessarie per restituire ai Montesilvanesi un servizio adeguato alle sue necessità e al rispetto del decoro, dell'immagine della città e dell'ambiente in cui tutti noi viviamo e facciamo crescere i nostri figli».

La domanda, scaricabile dal sito istituzionale, dovrà essere consegnata, entro le 12 del 24 gennaio, contenuta in una busta ed indirizzata a Protocollo del Comune di Montesilvano, Settore LL.PP. Piazza A. Diaz, 1, 65016 Montesilvano o trasmessa via pec all'indirizzo protocollo@comunemontesilvano.legalmail.it.

Dall'indagine di mercato verrà prodotto un elenco degli operatori economici che verranno successivamente invitati alle procedure di gara. Potranno essere eseguiti affidamenti singoli, in relazione alle varie tipologie di rifiuti, ma anche in relazione alle variazioni di quantità conferibili nel tempo e alle disponibilità degli impianti di ricevere le tipologie di rifiuto stesso.

 

 

Leggi Tutto »

Accoglienza, Maragno: “Attivate le procedure per l’apertura degli SPRAR”

«Abbiamo stanziato ufficialmente 95 mila euro, che verranno assegnati all’Azienda Sociale, affinché si possa avviare il progetto “Alleanza contro la povertà” che ci permetterà di realizzare una nuova mensa e un emporio solidale così da intervenire in maniera più incisiva sulle situazioni di disagio del nostro territorio». Ad annunciarlo è il sindaco di Montesilvano Francesco Maragno che spiega: «Questo stanziamento è strettamente connesso alla progettualità che stiamo portando avanti e relativa alla decisione della nostra Amministrazione di ridurre significativamente la presenza di profughi sul territorio di Montesilvano, mediante l’attivazione di uno SPRAR, ossia il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati. Procederemo presto all’individuazione degli immobili, mediante avvisi pubblici, che potranno ospitare questi centri di seconda accoglienza che saranno dislocati su tutto il territorio comunale privilegiando aree che non siano a vocazione turistica e commerciale, che andranno a sostituire gli attuali centri di prima accoglienza collocati negli hotel Ariminum ed Excelsior. Infatti, nelle "Regole per l'avvio di un sistema di ripartizione graduale e sostenibile dei richiedenti asilo e dei rifugiati sul territorio nazionale attraverso lo SPRAR”, elaborate dal Ministero dell'Interno si parla di clausola di salvaguardia per rendere “esenti i Comuni che appartengono alla rete SPRAR o che abbiano già formalmente manifestato la volontà di aderivi, dall'attivazione di ulteriori forme di accoglienza”. Sempre secondo la direttiva ministeriale, inoltre, i centri di accoglienza temporanea eventualmente presenti sul territorio dei Comuni aderenti alla rete SPRAR, verranno gradualmente ridotti, entro la quota dei posti assegnata a ciascun Comune. Ciò significa che l’adesione allo SPRAR produrrà la chiusura dei centri di prima accoglienza, con la conseguente riduzione ad un massimo di 135 persone, ossia oltre la metà del numero dei migranti presenti a Montesilvano. Questa tipologia di accoglienza favorisce innanzitutto il ripristino della sicurezza dei cittadini di Montesilvano. Al tempo stesso, permette di integrare con maggiore fluidità i migranti stessi nel tessuto cittadino, che oggi, invece, accolti in un’unica zona di Montesilvano,  tendono a chiudersi tra loro e ad isolarsi dal resto della collettività. Tali centri, diffusi su tutta la città, potranno rappresentare  -  spiega ancora il primo cittadino - le sedi ideali anche per la nuova mensa che verrà realizzata a Montesilvano e che darà una risposta importante alle, purtroppo crescenti, situazioni di disagio sul territorio di Montesilvano».

La nuova mensa e l’emporio solidale verranno realizzati nell’ambito del progetto "Alleanza contro la povertà", promosso dal Comune di Montesilvano, dall'Azienda Sociale, dalla Caritas diocesana di Pescara - Penne, grazie anche ai fondi ottenuti con la partecipazione al bando U.N.R.R.A. del Ministero dell'Interno, volto al sostegno dei programmi socio assistenziali. Il progetto elaborato verrà finanziato con i fondi UNRRA per un importo di circa 236.000 euro, circa 44 mila euro della Caritas, 27.000 dall'Azienda Sociale per l'arredo e i servizi, a cui si aggiungerà il contributo del Comune, pari a 95 mila euro ufficialmente stanziati. L'emporio sarà un market solidale per famiglie in disagio che potranno fare la spesa gratuitamente.

Leggi Tutto »

Dalla Regione Abruzzo 400 mila euro per il piano neve

La Giunta regionale ha disposto un intervento finanziario di 400mila euro a favore delle Province per l'attuazione del Piano neve 2016-2017, e ne ha previsto la ripartizione al fine di ridurre i disagi sulla viabilità del territorio regionale. Nel dettaglio, sono stati destinati 120mila euro alla Provincia di Chieti, 100mila a quella di Teramo, 90 mila a quella di Pescara e 90mila alla Provincia dell'Aquila. Inoltre, alle stesse ammministrazioni provinciali la Giunta regionale ha concesso un contributo straordinario per l'anno 2016, pari a 100 mila euro al fine di garantire la fruibilità delle strade provinciali dei comprensori sciistici, così di seguito ripartito: 60 mila euro da suddividere equamente tra le Provincie di Chieti e Pescara per la viabilità che conduce agli impianti sciistici di Passolanciano, 25mila a favore della Provincia dell'Aquila per la viabilità che conduce agli impianti presenti nella stessa Provincia e 15mila a favore della Provincia di Teramo per la viabilità che conduce agli impianti sciistici di Prati di Tivo. Infine, la Giunta regionale ha stabilito che le predette somme saranno erogate alle Amministrazioni provinciali con le seguenti modalità: il 50% dell'importo complessivo a conclusione degli atti di impegno conseguenti all'adozione della deliberazione ed il restante 50% successivamente all'invio al Servizio "Reti Ferroviarie, Viabilità e Impianti Fissi" della rendicontazione delle spese sostenute.

Leggi Tutto »

L’elenco dei beneficiari del Fondo Unico Regionale per la Cultura

La giunta regionale ha approvato il piano di riparto del Fondo Unico Regionale per la Cultura relativo all'annualita' 2016, che ammonta complessivamente a un milione e 58mila euro. Per le assegnazioni sono stati utilizzati criteri oggettivi basati sull'entita' dei finanziamenti che ciascuna istituzione riceve dal Fondo Unico per lo Spettacolo nazionale, i cui beneficiari sono individuati da un decreto ministeriale. Si e' tenuto conto anche degli obblighi di cofinanziamento in capo agli enti territoriali. Sulla base di questi parametri, sono stati riconosciuti i seguenti contributi: 429mila euro all'Istituzione Sinfonica Abruzzese, 13mila ad Harmonia Novissima, 42mila ai Solisti Aquilani, 84mila alla Societa' Aquilana dei Concerti "Barattelli", 10mila alla Camerata Musicale Sulmonese, 20mila alla Societa' del Teatro e della Musica "Luigi Barbara", 6mila all'Accademia Musicale Pescarese, 5mila all'Associazione Orchestrale da Camera "Benedetto Marcello", 8mila al Comune di Tagliacozzo, 199mila al Teatro Stabile d'Abruzzo, 16mila all'Associazione "Teatro dei Colori", 14mila al Teatrozeta, 64mila al Florian Metateatro, 9mila a e-Motion Gruppo Phoenix, 22mila ad Abruzzo Circuito Spettacolo, 28mila e 500 euro all'Ente Manifestazioni Pescaresi. Nello stesso provvedimento sono stati inseriti due contributi straordinari 'una tantum', validi solo per il 2016: 49mila euro come cofinanziamento al Teatro Marrucino di Chieti (che gia' beneficia dei contributi previsti da una specifica legge regionale) e 40mila euro per l'Estate Musicale Frentana di Lanciano, per consentire un ampliamento dell'offerta culturale e didattica dei seminari di formazione orchestrale. La giunta ha anche approvato l'elenco degli eventi sostenuti direttamente dalla Regione, per i quali sono stati stanziati circa 130mila euro: Festival Internazionale del Benessere di Caramanico Terme (4mila euro), Premio "Citta' di Penne" (4mila), Premio "Dean Martin" di Montesilvano (4mila), Museo d'Arte dello Splendore di Giulianova (4mila euro), Premio "Scanno" (4mila), Premio "Benedetto Croce" di Pescasseroli (4mila), Sulmona Film Festival (8mila), Indierocket Festival Pescara (8mila), Festival del Giallo di Pescara (4mila), Controsenso di Sante Marie (3mila 200 euro), Casa Editrice Rocco Carabba Lanciano (4mila euro per la riproduzione di testi di economia regionale del 17esimo e 18esimo secolo), Festival internazionale del Teatro comico di Sant'Omero (3mila 200 euro). In base alle prescrizioni dettate dalla normativa regionale vigente, che prevede specifiche misure di sostegno per le attivita' corali e per le iniziative legate al cinema, 50mila euro sono stati assegnati all'Associazione Cori d'Abruzzo di Spoltore, 10mila al Premio "Gianni Di Venanzo" di Teramo, 5mila alla Lanterna Magica dell'Aquila, 5mila al Garage Lab di Pescara e 5mila all'Associazione Movimentazioni di Pescara .

Leggi Tutto »

Un milione di euro per i centri per l’impiego dell’Abruzzo

Un milione di euro sara' erogato a favore delle Province per garantire continuita' dei servizi svolti dai Centri per l'impiego in attesa del passaggio definitivo delle funzioni alla Regione. Lo ha deciso la giunta regionale per non interrompere i servizi fondamentali svolti dai Centri per l'impiego, soprattutto nell'ambito del programma comunitario, come "Iniziativa Occupazione Giovani", e per l'implementazione degli interventi previsti nel Piano Operativo FSE Abruzzo 2016-2018, con particolare riferimento ai progetti "Garanzia Over" e "Politiche attive per la gestione delle crisi aziendali". Con il provvedimento, nello specifico, si punta ad assicurare le professionalita' necessarie a garantire i servizi, ricorrendo prioritariamente alla proroga dei contratti di lavoro a tempo determinato del personale impiegato fino al 31 dicembre 2017. I fondi saranno stanziati sul Por FSE Abruzzo 2014-2020

Leggi Tutto »

D’Alessandro: dalla Regione fondi per la cultura

La Giunta regionale ha approvato lo stanziamento di risorse a favore della cultura, ad annunciarlo il consigliere regionale, coordinatore della maggioranza Camillo D'Alessandro. "Si tratta - spiega D'Alessandro - di due provvedimenti. Il primo riguarda i finanziamenti FURC, un finanziamento in compartecipazione con il Ministero della Cultura, ovvero lo stanziamento regionale consente di attivare ulteriori risorse nazionali". "Il secondo provvedimento - riprende D'Alessandro - individua iniziative-eventi dal fondo della Presidenza della Giunta. Chiaramente nel corso dell'anno e sulla base delle risorse disponibili si provvedera', per il 2017, a dare ulteriori risposte. Tra le iniziative sostenute, quello a favore della storica Casa Editrice Carabba di Lanciano"

Leggi Tutto »

Fondi per valorizzare l’impiantistica sportiva regionale

La giunta regionale ha approvato, ieri, le linee generali di indirizzo per finanziare interventi finalizzati a migliorare e valorizzare l'impiantistica sportiva regionale. A disposizione ci sono risorse pari a 29.596.506 euro, erogati dal FSC ordinario nazionale 2014/2020. La delibera è stata promossa dall'assessore allo sport, Silvio Paolucci, e prevede interventi per l'adeguamento e il miglioramento dell'impiantistica sportiva, tenendo conto delle nuove norme in materia di abbattimento delle barriere architettoniche (per rispondere alle esigenze degli atleti paraolimpici) e sismiche, per quanto concerne, in particolare, i campi di calcio. Un altro punto fondamentale è la realizzazione di nuove strutture coperte, polivalenti e comprensoriali, progettate nelle aree interne attraverso l'individuazione di bacini ottimali d'intervento.

Poi, sostegno al potenziamento e alla costruzione di infrastrutture e impianti dedicati alle attività sportive, cosiddette "outdoor", e inserite in contesti naturalistici ed utilizzabili sia da atleti che da turisti sportivi, come l'arrampicata, mountain bike, down-hill, cross country, rafting, canottaggi e vela nei laghi. Una parte dei fondi sarà destinata anche a potenziare le strutture sportive esistenti nei Comuni abruzzesi che risultano carenti o non funzionali. Le linee guida sono frutto di una concertazione avvenuta nei mesi scorsi tra l'assessore Silvio Paolucci e la giunta regionale del Coni.

Leggi Tutto »

Asl Chieti, medici rifiutano l’assunzione al 118 dopo la formazione

"Mi spiace che i medici formati non abbiano accettato. Rifaremo con rapidita' il bando cercando di conoscere la loro effettiva volonta'". L'assessore alla sanita' Silvio Paolucci sceglie la linea morbida nel commentare il grave fenomeno che si sta verificando alla Asl provinciale di Chieti, che vede medici, appositamente formati, rifiutare l'assunzione a tempo determinato per le nuove postazioni del 118. Nonostante l'annuncio di un nuovo bando, e' chiaro che in Regione e nell'azienda sanitaria sono arrabbiati per quanto si sta verificando sul potenziamento dell'emergenza sul territorio, ritenuta strategica da un ente appena uscito dal commissariamento da parte del governo per i deficit sanitario. A dare notizia una nota della asl nella quale si sottolinea "l'amara sorpresa determinata dalle rinunce a catena che l'Azienda sanitaria locale della provincia di Chieti si e' vista opporre dai medici convocati per l'assunzione dopo aver seguito una formazione specifica per alcuni mesi, un esito imprevedibile, che mette la Asl con le spalle al muro e soprattutto lascia senza medico le nuove postazioni del 118". La vicenda in particolate riguarda le le nuove postazioni del servizio di emergenza a Lama dei Peligni, Torricella Peligna, Castiglione Messer Marino, San Salvo, Villa Santa Maria, Celenza sul Trigno, Carunchio e Torrebruna, per le quali e' stato avviato il corso di formazione di 5 mesi, gratuito e aperto a tutti, per i 60 medici che ne avevano fatto richiesta in base al bando emanato dalla Asl. Di questi 47 sono risultati idonei

Conclusa questa fase, e' stata avviata la procedura di assunzione per 25 medici per coprire i turni per cinque postazioni: alla convocazione per l'assegnazione delle sedi si sono presentati solo in 15, dei quali solo sette hanno dato la disponibilita' ad accettare l'incarico, con contratto a tempo determinato. Come se non bastasse, ognuno ha manifestato interesse per una postazione diversa, cosi' da non consentire la copertura di alcuna sede, che necessita di cinque medici come dotazione organica,di fatto mettendo l'Azienda in condizione di non potere procedere ad alcuna assunzione. Un epilogo a sorpresa per una procedura importante per l'Azienda sanitaria, che ha investito molto, in termini economici e organizzativi, sulle nuove postazioni di 118 e sul completamento delle e'quipe, gia' formate da infermiere e autista, con il medico a bordo. "Siamo di fronte a uno scenario inatteso che ci amareggia molto - spiega il direttore generale della Asl, Pasquale Flacco, - poiche' per il potenziamento dei servizi di emergenza abbiamo lavorato moltissimo, facendo salti mortali anche per garantire la sostenibilita' economica di tutta l'operazione. Ora procederemo in questo modo: per la prossima settimana saranno riconvocati i sette medici che hanno dato la propria disponibilita', con i quali si cerchera' nuovamente un accordo affinche' accettino la stessa destinazione cosi' da coprire almeno due postazioni, con il supporto di altro personale strutturato del 118, da retribuire con lo straordinario. Contemporaneamente sara' emanato un nuovo bando per reclutare altro personale, in attesa che in primavera ci sia la possibilita' di attivare la mobilita' extraregionale per assumere personale a tempo indeterminato dopo la pubblicazione delle cosiddette zone carenti di assistenza primaria e continuita' assistenziale, un passaggio fondamentale senza il quale non possiamo utilizzare gli strumenti a disposizione per la stabilizzazione del personale".

Leggi Tutto »