Incredibile ma vero

Bocciato dai prof, i giudici lo ammettono e lui si diploma

Era stato bocciato dai professori, che gli avevano negato l'ammissione agli esami di Stato, si rivolge al Tar che lo ammette alla maturita', ottenendo poi il diploma: protagonista della vicenda, raccontata dall'edizione abruzzese de 'Il Messaggero', e' uno studente del Liceo Scientifico 'Masci' di Chieti; per i giudici del tribunale amministrativo il buon esito dell'esame finale conferma "l'erroneita' del giudizio di non ammissione". La vicenda risale al giugno 2017 quando i docenti di una quinta classe decidono di non ammettere lo studente all'esame di Stato perche' ritengono che "non disponga di una preparazione che gli permetta di affrontare le prove". Il ragazzo ha due insufficienze gravi (4 in Latino e in Fisica) e due lievi (5 in Matematica e Italiano): dopo la decisione del consiglio di classe si rivolge ad un legale, Michele Di Toro, che presenta ricorso al Tar impugnando il provvedimento della scuola. Nel ricorso si contesta la carenza della motivazione di non ammissione, oltre all'omissione della valutazione degli "esiti delle attivita' di recupero, poste in essere dopo il primo quadrimestre, che lo studente aveva svolto con profitto". Il Tar decide di ammettere il giovane all'esame di maturita' con riserva, decidendo poi nel merito che il diploma conseguito dallo studente e' valido a tutti gli effetti. 

Leggi Tutto »

Ritrovato il messaggio in bottiglia più vecchio al mondo, ha 132 anni 

Facendo una passeggiata su una remota spiaggia dell'Australia occidentale, una famiglia di Perth ha scoperto quello che si ritiene sia il piu' antico messaggio in una bottiglia: un messaggio rimasto tra le onde dell'oceano per ben 132 anni. Si tratta di un foglio datato 12 giugno 1886 e affidato al mare da una nave tedesca, la Paula. "Incredibilmente, una ricerca d'archivio in Germania ha trovato il Giornale di bordo originale della nave Paula, nel quale c'e' una nota del 12 giugno 1886 scritta dal capitano che registra il fatto che una bottiglia era stata gettata in mare, alla deriva. La data e le coordinate corrispondono esattamente a quelle sul messaggio della bottiglia", ha affermato il dottor Ross Anderson, del Western Australian Museum. Finora, il record di anzianita' di un messaggio in una bottiglia era di 108 anni, tra l'invio e il ritrovamento. All'inizio, la famiglia Illman non aveva capito cosa gli fosse capitato tra le mani. Erano solo incuriositi dalla bottigliadalla forma strana. Poi hanno visto il messaggio, che era anche bagnato. Per asciugarlo lo hanno messo nel forno, per cinque minuti.

Cosi' si e' poi potuto ricostruire che il messaggio faceva parte di un esperimento sulle rotte oceaniche e marittime dell'Osservatorio Navale Tedesco. La famiglia Illman ha ora prestato il messaggio al Western Australian Museum, dove restera' esposto al pubblico per i prossimi due anni assieme alla sua bottiglia. 

Leggi Tutto »

Condannato per il furto in chiesa di una corona in chiesa rivenduta al ‘compro oro’

Dopo aver rubato la corona della Madonna della Valle dalla chiesa di San Vincenzo ad Atessa la smonto' e la rivendette a un Compro Oro. Con l'accusa di furto, aggravato dall'esposizione alla pubblica fede, il giudice di Lanciano Andrea Belli ha condannato, con rito abbreviato, un 29enne del posto a un anno e 4 mesi di reclusione e a 300 euro di multa. Pena non sospesa. Il pm Delfina Conventi aveva chiesto due anni di reclusione. Il furto sacrilego della corona, in argento placcato oro, indossata dalla statua della Madonna della Valle, venerata in tutta la Val di Sangro, avvenne il 22 ottobre 2015 nella chiesa di San Vincenzo nella frazione Montemarcone di Atessa. Prima di venderla, l'imputato l'aveva tagliata a pezzi per nasconderne la provenienza. 

Leggi Tutto »

Dirottano l’aereo per il maltempo, arrestato dopo 6 anni di latitanza

Ricercato dai sei anni, e' stato arrestato grazie a Burian: l'aereo su cui viaggiava, infatti, e' stato dirottato su un altro aeroporto a causa della neve e, una volta a terra, la Polizia di frontiera ha appurato che nei suoi confronti pendeva un ordine di custodia cautelare per furto aggravato emesso nel 2012 dalla Corte d'Appello di Roma. I fatti sono avvenuti stamani a Pescara. Protagonista dell'episodio e' un romeno di 33 anni. L'uomo viaggiava a bordo di un volo partito dalla Romania e diretto a Ciampino, che pero' e' stato dirottato sull'aeroporto di Pescara a causa del maltempo. Una volta atterrato, nel corso dei controlli, gli uomini della Polizia di frontiera, coordinati dal dirigente Dino Petitti, hanno accertato che il 33enne era di fatto ricercato da tempo. Il giovane era insieme alla cugina con cui doveva raggiungere la Capitale. Al termine delle formalita' di rito e' finito in carcere. Agli agenti che hanno eseguito l'ordine di custodia cautelare ha detto che dopo tanti anni non credeva che sarebbe stato arrestato.

Leggi Tutto »

All’asta la domanda di lavoro presentata da Steve Jobs a 50 mila euro

Una domanda di lavoro datata 1973, un manuale per Mac firmato e un articolo di giornale autografato. Sono tutti cimeli di Steve Jobs che vanno all'asta, il co-fondatore di Apple proprio domani avrebbe compiuto 63 anni. Tra i documenti piu' rari c'e' sicuramente la domanda di lavoro che Jobs compilo' a 18 anni quando era al Reed College che frequento' per pochi mesi. Tra le sue qualita' il guru della Mela indica computer, calcolo, design e tecnologia. La base d'asta per questo cimelio e' di 50mila dollari.

Tra gli oggetti c'e' anche un manuale per Mac Os X che Steve Jobs firmo' nel 2001 in un parcheggio dove fu fermato da un ragazzo che aveva partecipato ad una giornata di formazione a Cupertino; per questo pezzo il valore stimato e' di 25mila dollari ed e' comparata ad una rivista firmata che e' stata venduta a 50mila dollari lo scorso ottobre. Ultimo pezzo che andra' all'asta e' un ritaglio di giornale del 2008 in cui c'e' una foto di Jobs che parla alla Worldwide Developers Conference in cui fu introdotto l'iPhone 3G. Anche qui c'e' una piccola storia: Jobs ha firmato il giornale in un negozio di Palo Alto, in California, dove stava mangiando con Tony Fadell, il papa' dell'iPod, che ha anche firmato il ritaglio di giornale. Questo documento e' valutato 15mila dollari. Tutti i pezzi andranno all'asta a partire dall'8 marzo. Non e' la prima volta che vengono venduti oggetti appartenuti all'inventore dell'iPhone, di recente e' andata all'asta anche la sua Bmw

Leggi Tutto »

SImula il furto della sua auto dopo aver rubato una borsa

Ruba una borsa 24 ore da un'auto in sosta ma quando si accorge di essere stato scoperto, fugge con la propria autovettura, inseguito dai carabinieri: temendo che avessero annotato la targa, abbandona la macchina in campagna e corre in caserma a denunciarne il furto. E' finito cosi' davanti i militari che, increduli, lo hanno fermato e arrestato per furto aggravato e simulazione di reato. Il protagonista di questa singolare vicenda un 43enne di Mosciano. Ad accorgersi dei sui movimenti sospetti attorno all'autovettura in sosta e' stato il proprietario che con il cellulare ha avvertito i carabinieri. 

Leggi Tutto »

In amore conta l’olfatto

Udito, vista, tatto ma soprattutto olfatto. "I sistemi sensoriali lavorano per la scelta delle preferenze sessuali, ma udito e tatto sono penalizzati. La vista permette di cogliere le caratteristiche attrattive più immediate, ma poi entra in gioco l'olfatto. Insomma, il partner si sceglie a naso". Ad esaminare il ruolo dei sensi nell'amore e nel sesso è Andrea Mazzatenta, della sezione di Fisiologia e fisiopatologia del Dipartimento di neuroscienze dell'Università "d'Annunzio" di Chieti-Pescara, che parla dei più recenti studi scientifici in materia e sulle ricerche focalizzate sui feromoni. "Partiamo dalla vista e dal potere della diversità. Ce lo mostrano bene i moscerini della frutta: la Drosofila melanogaster in genere è marrone, se ne metti una bianca nell'ambiente, tutte saranno attratte da quest'ultima. E' l'effetto mosca bianca, che nell'Italia mediterranea calamita gli sguardi su un esemplare svedese o dalla pelle molto scura, e in Svezia fa le fortune dei mediterranei o delle persone di colore. Siamo attirati dai tratti fenotipici lontani da noi, perché la natura li preferisce: così aumenta la variabilità genetica", assicura il ricercatore. "La vista però non offre garanzie. Per questo a livello percettivo subentra l'olfatto che, come abbiamo visto in alcuni esperimenti, comanda sulla vista stessa". Il team di Mazzatenta ha realizzato un test mostrando a gruppi di studenti immagini di persone reali e non, di varie età. I volontari dovevano dare un punteggio in base a caratteristiche come piacevolezza, familiarità e attrazione a ciascun soggetto. Ma attenzione: in alcuni momenti i ricercatori erogavano di nascosto un profumo nella stanza: si trattava di aromi commerciali e ben definiti, profumi da donna o da uomo. 

Leggi Tutto »

Diffama il vicino su Facebook, a processo un 38enne di Martinsicuro

Appostamenti, ingiurie, danneggiamenti. Atteggiamenti violenti di cui a farne le spese, per diverso tempo, sarebbe stato un suo vicino di casa, con il quale i rapporti erano tesi da tempo. Vicino che avrebbe anche diffamato su Fb, sostenendo che quest'ultimo avesse avvelenato la madre e che stesse avvelenando anche la sorella. Accuse e persecuzioni che sono costate ad un 38enne di Martinsicuro il rinvio a giudizio per stalking, lesioni personali aggravate e diffamazione e con la prima udienza del processo fissata per il mese di aprile. I fatti contestati al giovane risalgono a un periodo che va dal 2016 al 2017 quando in piu' occasioni avrebbe perseguitato il vicino con appostamenti nei pressi della sua abitazione, ingiurie, blitz all'interno di una sua attivita' ricettiva dove avrebbe danneggiato sia le telecamere di sicurezza che l' impianto wi-fi. In un'occasione l'avrebbe anche colpito con un vaso di piante grasse, ferendolo, arrivando anche a diffamarlo via Fb accusandolo di aver avvelenato la madre e di voler avvelenare la sorella. Accuse che adesso, dopo il rinvio a giudizio disposto dal gup Mauro Pacifico, dovranno essere provate in dibattimento.

Leggi Tutto »

Teramo, sbarca a scuola l’I-theatre

Da oggi narrare una storia sara' un'esperienza indimenticabile per i bambini della scuola primaria 'Noe' Lucidi' di Teramo. Nelle aule e' infatti sbarcato l'I-Theatre, un nuovo sistema interattivo integrato per l'invenzione narrativa di storie multimediali, dedicato ai bambini dai 4 ai 10 anni di eta'. "Si tratta - spiega la dirigente scolastica Lia Valeri - di uno strumento pensato per supportare il bambino durante tutta l'attivita' creativa e utile per il cosiddetto storytelling. Gli alunni disegnano su carta con la tecnica preferita personaggi e sfondi, che poi, grazie a uno scanner, si trasformano in formato digitale per permettere di creare e condividere il racconto animato". Gli ingredienti fondamentali del racconto, dunque, vengono predisposti nel mondo fisico e solo successivamente entrano in gioco le potenzialita' del digitale per realizzare in modo semplice e intuitivo l'animation making, evitando in questo modo l'eccessiva astrazione e complessita' dei software attualmente diffusi. 

Leggi Tutto »

I giovani italiani non sono soddisfatti della propria vita

L'Italia si configura triste fanalino di coda per quanto concerne la felicita' dei propri giovani. Il dato e' allarmante: quasi 4 universitari su 10 (38%) rivelano di non essere soddisfatti della propria vita, addirittura quasi uno su 2 (46%) non e' contento del proprio percorso accademico. Le percentuali sono ancora piu' impietose se raffrontate con i colleghi a livello internazionale: gli studenti di India (82%), Cina (76%), Regno Unito (75%), Stati Uniti (73%) e Spagna (70%) risultano essere decisamente piu' appagati dalla propria vita studentesca. Ma non e' tutto: ben il 36% degli italiani ha pensato almeno una volta di abbandonare l'universita', contro il 5% dei cinesi e il 20% degli indiani, preceduti solo dai pari eta' inglesi (37%). I motivi dell'insoddisfazione? Sul podio delle preoccupazioni, l'eccessivo carico di lavoro (51%), la mancanza di equilibrio tra studio, socializzazione e lavoro (44%) e la possibilita' di trovare lavoro dopo la laurea (43%). E' quanto emerge dal recente sondaggio a livello mondiale condotto da Sodexo intervistando oltre 4.000 studenti provenienti da Italia, Cina, Stati Uniti, Spagna, Regno Unito e India relativamente allo stile di vita universitario, per andare a scoprire, tra i diversi aspetti analizzati, qual e' il livello di soddisfazione degli studenti italiani rispetto a quello dei pari eta' internazionali.

Leggi Tutto »