Politica

Chieti, palazzine e vie allagate, Buracchio e De Lio criticano l’Ater: Appelli inascoltati e lavori non fatti, così si creano danni ai residenti.

“Quando gli appelli e le emergenze vengono sistematicamente ignorati accadono poi problemi seri che pur puro caso non diventano tragedie. Gli smottamenti di via Sallustio, gli allegamenti di via Salvo d’Aquisto e allo Scalo sono un esempio di come a pagarne le conseguenze delle  sottovalutazioni siano i cittadini che ora subiscono pesanti disagi e  i costi di errori altrui”. A sottolineare come i mancati lavori in alcune zone critiche della città sfocino in ulteriori dissesti e guai per i residenti, sono due esponenti dell’Udc, Andrea Buracchio, responsabile provinciale di Chieti e Mario de Lio, quest’ultimo capogruppo UDC  al Comune di Chieti che nel 2014 si fece promotore di una petizione dei residenti in via Sallustio denunciando lo stato di pericolo dell’intera zona e di come altre aree cittadine siano a rischio dissesto.

“Dopo tre anni siamo in condizioni peggiori”, spiegano i due esponenti dell’Udc, “non ci vuole molto a capire che i problemi vanno affrontati in modo concreto, far finta di nulla e rinviare non é la soluzione. Noi torniamo a ribadire che bisogna realizzare  tutte le opere necessarie a salvaguardia di Chieti e dei suoi  cittadini, per farlo serve riconoscere in primo luogo che viviamo una emergenza e come tale deve essere risolta. Non possiamo lasciare soli  i residenti che si sono adoperati in ogni modo nel segnalare guasti e indicare i rimedi. Siamo già fuori tempo massimo”, fanno presente Buracchio e  de Lio, “ulteriori rinvii potrebbero avere effetti disastrosi. l’Ater che conosce bene la situazione, che sa degli appelli e petizioni, che tra l’altro deve conservare nei migliori dei modi il suo patrimonio edilizio, ora intervenga e prenda finalmente atto dei problemi. L’Ater con i suoi tecnici, le sue risorse e mezzi deve agire, ora basta con ulteriori e pericolosi rinvii”.

Leggi Tutto »

Sospiri: la Nuova Pescara è nei fatti capoluogo di Regione 

Chiarezza sulla Nuova Pescara e sulla disputa del capoluogo di Regione. Lo chiede il centrodestra abruzzese che oggi in conferenza stampa ha chiarito la sua posizione. "Pescara e' gia' il capoluogo di Regione. Lo e' nella sostanza dei fatti, anche se non nella forma. E' legittima certo la posizione di chi vive a L'Aquila e pensa che sia immutabile qualsiasi assetto istituzionale e chi invece a Pescara vedra' invece venir meno l'indipendenza di due grandi comuni, di cui uno, Montesilvano, e' grande quanto L'Aquila, e che cessera' di esistere, creando un unico grande comune con oltre 200mila abitanti. E allora e' immaginabile che una grande citta' come Pescara sia anche il maggior polo di attrazione extra regionale, magari del medio Adriatico, e piu' grande di Ancona? Credo che sia cosi' e quindi invece crediamo non sia poi il massimo dire alle persone che si recano a Pescaraper servizi, dire poi di farsi un viaggio di un'ora e mezza per recarsi all'Aquila. Con questo voglio dire che al di la' della medaglietta e della scritta Capoluogo di Regione sulla carta intestata, ci vogliono in questi mesi delle norme non confuse, ma puntuali e precise che descrivano precisamente il ruolo delle due citta', competenze e i finanziamenti a sostegno. Altrimenti stiamo facendo solo,una operazione da campagna elettorale, tipica del Governatore che creera' piu' problemi che vantaggi. Nel concreto voglio dire - ha concluso Sospiri - che se a L'Aquila si danno 700mila euro, allora a Pescara dobbiamo dare 2,5 milioni di euro. Noi per questo sulla Nuova Pescara andiamo avanti e pensiamo ad un progetto piu' ampio, e sulla Legge per L'Aquila capoluogo presentato dalla Giunta D'Alfonso presenteremo tre emendamenti al testo della Giunta per chiedere che Pescara abbia quei fondi che merita e che abbia lo stesso trattamento delle alte citta' fra cui L'Aquila. Pescara la piu' grande citta' d'Abruzzo, ha maggiori bisogni con 200mila e oltre abitanti, di quei bisogni di una citta' di 60mila. E poi - ha detto ancora il consigliere regionale di Forza Italia - non e' possibile definire etiliche le decisioni del Consiglio Comunale del maggior capoluogo d'Abruzzo. Se Alessandrini vota contro la sua citta' vuol dire che non ha evidentemente una visione del futuro sulla Nuova Pescara".

 

Leggi Tutto »

D’Alfonso: 20 milioni per interventi di dissesto idrogeologico ed erosione

È stata sottoscritta, questa mattina, a Pescara, in Regione, la convenzione propedeutica alla realizzazione delle opere di bonifica ambientale finanziate con le risorse FSC 2014-2020 "Interventi per la riduzione del rischio idrogeologico e di erosione costiera", nei territori dei Comuni di Vasto, Vacri, Trasacco, Rosello, Roccamontepiano, Roccamorice, Ripa Teatina, Prezza, Paglieta, Montenerodomo, Lettomanoppello, Isola del Gran Sasso, Civitella Messer Raimondo, Chieti, Castiglione Messer Raimondo, Castiglione Messer Marino, Castelguidone, Casalincontrada, Casacanditella e Bellante.

A siglare l'intesa sono stati il presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, ed i sindaci dei Comuni interessati. Il plafond complessivo delle risorse ammonta a quasi 20 milioni di euro così suddivisi: consolidamento piazza Monsignor Venturi e via Modesto della Porta - II e I Lotto - Chieti (830mila euro), consolidamento località Santa Maria Calvona e Fosso Canino - Chieti (350mila euro), completamento consolidamento del costone orientale zona piazza Marconi Loggia Amblingh - Vasto (800mila euro), lavori di consolidamento e risanamento idrogeologico del centro abitato di Vacri e località Acquaviva - Vacri (1 milione 200mila), intervento di consolidamento nel territorio comunale di Bellante - Lotto 2 Circonvallazione via dei Martiri (1milione 500mila), dissesto SP ingresso paese - Comune di Castiglione Messer Raimondo (1 milione 200 mila), lavori di consolidamento idrogeologico via Inforzi IV tratto - III Lotto funzionale - Ripa Teatina (1 milione 100mila), lavori di consolidamento in via Dante Alighieri - Casalincontrada 1 milione 100mila), lavori di consolidamento in area urbana in via Madonna - Casacanditella (1 milione 100mila), consolidamento centro storico settore settentrionale del centro abitato di Castelguidone (790mila), consolidamento e monitoraggio dell'abitato in località Reginaldo - Roccamontepiano 865mila), consolidamento strada provinciale Roccamorice-San Valentino (100mila), consolidamento del capoluogo comunale via del Sangro e via San Canziano - Paglieta (345mila), consolidamento centro abitato di Lettomanoppello (1 milione 750mila), lavori di sistemazione geotecnica delle aree in frana nel centro abitato di Castiglione Messer Marino 1 milione 500mila, lavori di consolidamento del centro abitato del comune di Prezza e nella frazione Campo di Fano (1milione 550mila), Montenerodomo capoluogo comunale centro-Viale Petrarca (600mila), consolidamento via Giustina e villa comunale - Civitella Messer Raimondo (345mila 763 euro), lavori di consolidamento centro abitato Rossello (1 milione 593mila 453 euro), lavori di mitigazione rischio idrogeologico del territorio comunale di Trasacco - Lotto 1 (1 milione di euro), intervento per la riduzione del rischio idrogeologico sul fiume Mavone - Località Torretta di Isola Isola del Gran Sasso d'Italia (97mila 826 euro).

"Oggi abbiamo assegnato contributi straordinari - ha dichiarato D'Alfonso - a valere su risorse sia statali che regionali ai Comuni su cui incombe il rischio idrogeologico sia rispetto ad abitazioni che a nuclei fortemente vitali per la nostra economia. Registro con soddisfazione la collaborazione delle amministrazioni comunali che hanno curato le progettazioni preliminari ed inqualche caso definitive. Tutto questo - ha concluso - significa sia possibilità concreta di risanamento idrogeologico ma anche PIL perchè questi interventi porteranno sul territorio appalti che avranno anche ricadute occupazionali".

Con Deliberazione del CIPE n. 55 dell'1 dicembre 2016 è stato approvato il "Piano Operativo Ambiente" che, per l'Abruzzo, prevede interventi per la tutela del territorio e delle acque, così come proposti dal Governo regionale e concordati con il Ministero dell'Ambiente, finanziati per complessivi 19 milioni 717mila 044 euro. La proposta, esaustivamente definita il 12 dicembre 2016 nell'ambito di un tavolo ministeriale appositamente convocato, è stata approvata con delibera di Giunta regionale n. 169 del 6 aprile scorso, dando altresì mandato al competente Servizio Difesa del Suolo della Regione di porre in essere tutti gli opportuni adempimenti necessari e consequenziali.

A tal proposito, con lettera del 16 ottobre scorso la Direzione Generale del Ministero dell'Ambiente ha inviato alla Regione Abruzzo l'elenco delle opere di mitigazione e di contrasto al dissesto idrogeologico, a valere sulle Risorse FSC 2014-2020. In una riunione programmatoria svoltasi al Ministero dell'Ambiente il 2 novembre scorso, avendo stabilito di procedere all'attuazione degli interventi finanziati attraverso la stipula di Accordi di Programma ai sensi di legge, è emersa la necessità, urgente e non rinviabile, di dare l'avvio all'iter tecnico-amministrativo occorrente alla fase della progettazione e alla successiva esecuzione dei lavori mediante la sottoscrizione di specifica convenzione tra la Regione Abruzzo e gli enti locali interessati.

Leggi Tutto »

Gerosolimo incontra i referenti degli organismi formativi

L'assessore alla Formazione, Andrea Gerosolimo, ed il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, affiancati dal direttore del Dipartimento Sviluppo economico e Politiche del Lavoro, Tommaso Di Rino, questa mattina, a Pescara, in Regione, hanno incontrato i referenti degli organismi di formazione accreditati dalla Regione Abruzzo per fare il punto della situazione sulle iniziative intraprese e sulle potenzialità del settore.

Al centro del confronto, in particolare, la programmazione delle attività formative, l'andamento dei percorsi già avviati e le prospettive future alla luce delle nuove tendenze del mercato del lavoro.

"Con gli organismi di formazione - ha dichiarato Gerosolimo - abbiamo avviato da tempo un dialogo proficuo e costruttivo con la finalità di mettere i giovani nelle condizioni non solo di entrare il più velocemente possibile nel mondo del lavoro ma di entrarci preparati e qualificati. Non a caso, - ha concluso - nello scorso mese di aprile, abbiamo attivato ben 16 percorsi formativi che non tarderanno a dare frutti".

Leggi Tutto »

Lanciano, 350 mila euro per impianti sportivi sicuri 

Il comune di Lanciano investe 350 mila euro per il miglioramento delle strutture sportive. Ad annunciarlo e' Giacinto Verna, vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici. "Tra gli interventi principali - dice Verna - ci sono i lavori di riqualificazione del tetto del PalaMasciangelo, nel quartiere Santa Rita, che in questi giorni ha subito la cronica infiltrazione d'acqua, creando notevoli disagi alle societa' sportive e agli utenti che abitualmente la utilizzano. L'intervento, del costo di 100 mila euro, risolvera' definitivamente il problema delle infiltrazioni di acqua". Il contratto di appalto e' stato aggiudicato alla ditta Des Services srl di San Salvo che ha vinto anche l'appalto per la riqualificazione del Palazzetto dello Sport di via Rosato, per altri 100 mila euro di investimenti. Gia' iniziati invece i lavori di manutenzione straordinaria alla pista di Atletica di via Rosato per un importo di 150 mila euro, lavori affidati alla societa' Cicchini Impianti srl di Cupello. I lavori riguardano la impermeabilizzazione e messa in sicurezza di spalti e tribune, installazione dell'impianto fotovoltaico sulla copertura delle tribune, l'adeguamento delle norme per i disabili nei servizi igienici degli spogliatoi e il rifacimento della pedana di salto in lungo. "Si tratta di interventi - dice Verna - che garantiranno agli sportivi di praticare le attivita' in impianti adeguati e sicuri". 

Leggi Tutto »

Dissesto idrogeologico, Chieti: arrivano fondi dalla Regione 

E' stata sottoscritta questa mattina presso la Regione Abruzzo la convenzione propedeutica alla realizzazione delle opere di riduzione del rischio idrogeologico finanziate con le risorse FSC 2014-2020 che, per il Comune di Chieti, interessera' le frane di Santa Maria Calvona e di via Modesto della Porta, per un importo complessivo di un milione e 180mila euro. ''Sono trascorsi tre anni - ha commentato il sindaco di Chieti Umberto Di Primio - dall'atteso trasferimento delle risorse economiche: oggi, finalmente, grazie alla convenzione potremo provvedere a bandire gli appalti per le opere di risanamento e di ripristino delle aree danneggiate per i quali gli Uffici hanno gia' pronti i progetti esecutivi. Non appena avremo i fondi stanziati su Santa Maria Calvona e Fosso Canino andremo a completare le opere di sostegno e di consolidamento stradale, la regimentazione delle acque e la sistemazione del manto stradale. Su via Modesto Della Porta e piazza Venturi, invece, si provvedera' alla sistemazione delle aree, al consolidamento della frana e alla sistemazione e all'adeguamento della viabilita'. Il finanziamento delle opere per mitigare i danni delle due frane ? conclude Di Primio - era stato perorato personalmente, insieme all'Assessore ai Lavori Pubblici Di Felice, al Ministero per l'Ambiente, oggi gli stanziamenti tanto attesi ci consentiranno un immediato intervento per la messa in sicurezza del territorio''.

Leggi Tutto »

Chiavaroli: non escludiamo di andar da soli alle elezioni

Se ci saranno programmi che ci convincono e se ci sara' spazio per le nostre proposte andremo in coalizione, altrimenti la legge elettorale ci consente di andare da soli e non escludiamo questa possibilita'". Lo ha detto il sottosegretario alla Giustizia, Federica Chiavaroli, coordinatore di Ncd in Abruzzo, oggi pomeriggio a Pescara, a margine del dodicesimo Forum annuale del Comitato interregionale del Centro dei Giovani di Confindustria. "Il 24 novembre avremo la nostra direzione nazionale e decideremo come collocare la nostra proposta - ha aggiunto Chiavaroli -. La legge elettorale ci consente ampi margini di manovra".

 "La nostra regione ha trovato un equilibrio tra le aree costiere, piu' fortunate e avanti economicamente, e le aree interne, e questo equilibrio non deve essere messo a rischio da bassi interessi di campagna elettorale". Lo ha detto il sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli, coordinatore di Ncd in Abruzzo, oggi pomeriggio a Pescara, a margine del dodicesimo Forum annuale del Comitato interregionale del Centro dei Giovani di Confindustria, in merito alle polemiche sulla Nuova Pescara e sul futuro capoluogo di regione. "Purtroppo la politica, pur di guadagnare un voto, mette a rischio il delicato equilibrio che c'e' nella nostra regione - ha proseguito Chiavaroli - nella quale devono convivere i criteri della concorrenza e della competizione, con quelli della solidarieta'".

Leggi Tutto »

Pagano: Il capoluogo restera’ L’Aquila

"Come disse una volta Berlusconi, Forza Italia e' un partito anarchico e monarchico, dunque c'e' un po' di anarchia e noi la accettiamo". Cosi' il coordinatore regionale di Forza Italia in Abruzzo, Nazario Pagano, oggi pomeriggio a Pescara, a margine del dodicesimo Forum annuale del Comitato interregionale del Centro dei Giovani di Confindustria, in merito al voto favorevole espresso dai consiglieri comunali di Forza Italia a Pescara, sulla risoluzione a favore dell'istruzione della Nuova Pescara e di Pescara capoluogo di regione. "Il capoluogo e' e restera' L'Aquila ed e' assurdo anche parlarne - ha aggiunto Pagano -. Credo che dietro a questa iniziativa ci sia il tentativo di far naufragare l'ipotesi di fusione tra i tre comuni, creando uno schieramento extra-cittadino che lavori per il fallimento della Nuova Pescara". 

Leggi Tutto »

Sclocco: in Regione non ci sono tagli nell’area Vestina 

"In Regione Abruzzo non ci sono stati tagli al sociale - esordisce cosi' l'assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco, apprendendo che domani a Penne sara' organizzata una manifestazione per protestare contro presunte riduzioni delle risorse destinate al sociale. "E' pericoloso e disonesto - spiega l'assessore in una nota - dire che ci sono tagli nel sociale quando in realta' si sta protestando per modifiche di un servizio sanitario. Bisogna porre estrema attenzione a non confondere ingiustamente due sfere, quella sanitaria e quella sociale, che sicuramente si integrano e si avvicinano in certe situazioni, ma che non sono assolutamente la stessa cosa". "La protesta nell'area Vestina - prosegue Sclocco - fa riferimento a bambini e ragazzi, ma i presunti tagli cui il comitato promotore si riferisce realmente sono cambiamenti intervenuti sulla riabilitazione sanitaria (e non sociale) degli adulti. In merito a questo, posso chiarire che il tavolo di monitoraggio sanitario ha stabilito che la riabilitazione sanitaria per gli adulti e' impropria poiche' limita la possibilita' per i bambini e i piu' giovani di usufruire di questo servizio. La ratio nel definire la riabilitazione sanitaria per gli adulti non piu' dovuta sta nella necessita' di dare piu' spazio a bambini e ragazzi che attraverso la riabilitazione sanitaria hanno la possibilita' di migliorare, mentre per gli adulti risulta piu' efficace sviluppare attivita' per impiegare il tempo e vivere la propria vita. E qui entra in gioco il sociale, che puo' fornire e garantire questa possibilità".

"Su questo tema ho parlato e ho avuto scambi con i promotori di questa protesta e rimango basita nel sapere che tornano a parlare di tagli al sociale quando non ci sono. Mai la Regione Abruzzo ha investito nel sociale come negli ultimi tre anni. Sebbene ora gli adulti non possano piu' usufruire della riabilitazione sanitaria, di certo non li lasciamo soli e anzi, il Piano Sociale regionale offre tutti gli strumenti in termini di risorse e indicazioni per sviluppare azioni volte a far vivere il loro tempo in maniera propria, fruttuosa e serena. Il Piano Sociale, infatti, mette a disposizione degli ambiti socio-distrettuali numerose risorse e sempre all'interno del Piano sono indicate tutte le azioni da mettere in campo per usufruire dei fondi e farne strumenti per sostenere le fragilita' di adulti e bambini. Tra queste possibilita', per fare un esempio, ci sono i centri diurni, che numerosi ambiti in tutto il territorio regionale hanno aperto, per garantire in strutture convenzionate con i comuni, quindi in maniera gratuita, ai disabili adulti di poter usufruire di attivita' di vario genere, sia la mattina che il pomeriggio". "Il Piano Sociale 2016/2018 ha un fondo di 30 milioni e la voce disabilita' e' dieci volte piu' alta delle altre voci", conclude l'assessore Sclocco. 

Leggi Tutto »

Sclocco annuncia la pubblicazione dei bandi europei per il sociale

Il sociale al centro della programmazione FSE 2014-2020 della Regione Abruzzo. A dare contezza dei bandi europei in via di uscita è stato l'assessore alle Politiche sociali, Marinella Sclocco, nel corso dell'Open Day "Punto a capo", che si è tenuto in mattinata a Pescara. Già nei prossimi giorni sono attesi importanti bandi sul sociale in grado di venire incontro alle esigenze delle famiglie. "Il primo bando che mette a disposizione 1,7 milioni di euro è quello dei Piani di Conciliazione - ha annunciato l'assessore Marinella Sclocco -. Si tratta di voucher destinati a famiglie per servizi di conciliazione che saranno offerti da strutture specializzate".

Il profilo sociale della programmazione FSE è stato al centro dell'Open Day, anche perché per i prossimi giorni accanto al bando Piani di Conciliazione sono previste altri "importanti interventi". "E' il caso - ha aggiunto l'assessore Sclocco - del bando Abruzzo Carefamily, che si rivolge ai nuclei famigliari multiproblematici e che prevede una serie di servizi sociali di sostegno in ragione delle esigenze quotidiane delle famiglie stesse, e del bando Agorà, che vuole promuovere la realizzazione di centri finalizzati a combattere l'esclusione sociale". Ma l'appuntamento di Pescara, al quale ha preso parte anche il Rapporteur della Commissione europea per l'FSE Franco Rinaudo, ha rappresentato anche un terreno di confronto con gli artefici della programmazione europea.

Sul palco del Cinema Massimo sono saliti anche i tecnici della Regione Abruzzo, a cominciare dalla responsabile del servizio di Autorità di gestione unica, Elena Sico, fino al dirigente del servizio Istruzione Carlo Amoroso e il funzionario delle politiche sociali, Raimondo Pascale. Si è parlato dei progetti portati a conclusione negli ultimi due anni con testimonianze di "buone pratiche" raccolte in quattro video e si sono affrontati anche gli elementi tecnici dei bandi di prossima pubblicazione. L'attenzione naturalmente è andata al bando Voucher Alta Formazione, intervento attesissimo in uscita nei prossimi giorni, che permette il pagamento delle tasse di frequenza. Sul piatto dei finanziamenti ci sono 1,5 milioni di euro che verranno assegnati agli studenti universitari più meritevoli o che decidono di partecipare a master di specializzazione in Italia e all'estero.

"Nelle ultime due edizioni - ha ricordato l'assessore Marinella Sclocco - sono stati erogati 1500 voucher che hanno rappresentato una boccata d'ossigeno per le famiglie ma soprattutto hanno dato la possibilità agli studenti universitari di studiare e formarsi per l'accrescimento professionale". Un invito ad "andare avanti su questa strada" è arrivato dal Rapporteur Ue Franco Rinaudo. "L'FSE è un fondo strutturale europeo che si pone l'obiettivo di venire incontro alle esigenze dei cittadini - ha affermato - e quindi l'aspetto sociale della programmazione per l'Europa è particolarmente importante. In Abruzzo si stanno potando avanti esperimenti interessanti, anche se la dotazione finanziaria 2014-2020 riservata all'Abruzzo risulta sensibilmente inferiore alle precedenti programmazioni. Ma è anche importante capire che tutta la politica di sostegno che porta avanti l'Europa negli Stati membri tende a creare sviluppo e occupazione, incrementando in questo modo il benessere dei cittadini europei e riducendo le distanze tra gli Stati membri"

Leggi Tutto »